FONDO PER L’ADEGUAMENTO DEL MATERIALE ROTABILE CONTRO EMERGENZA SMOG IN PIANURA PADANA, PRESENTATO EMENDAMENTO AL BILANCIO

Share
Un fondo da 10 milioni di euro per il retrofit e il revamping del materiale rotabile, a sostegno di una mobilità più pulita nelle Regioni che hanno raggiunto livelli allarmanti di inquinamento ambientale, oltre i limiti fissati dall’Ue per le polveri sottili: questo l’obiettivo dell’emendamento a mia prima firma presentato alla legge di Bilancio e che verrà posto in votazione, alla Camera, nelle prossime ore.
L’istituzione di un fondo, presso il Ministero dei Trasporti, che punti all’adeguamento del materiale rotabile, sia su gomma che per quanto riguarda i mezzi acquei, rappresenta una risposta efficace, in termini di sostenibilità ambientale, all’emergenza smog – particolarmente drammatica nell’area della Pianura Padana dove l’aria avvelenata arriva a causare 90 mila decessi prematuri l’anno – e si pone in continuità con l’azione portata avanti dal M5S, in questi anni, nella lotta all’inquinamento atmosferico e all’emergenza sanitaria ad essa collegata.
Basti pensare che a Venezia – una tra le città più inquinate d’Italia – il traffico acqueo rappresenta la voce maggiore di inquinamento da polveri sottili e che ciò nonostante i natanti sono spesso esclusi da azioni a sostegno dell’ammodernamento dei mezzi e dalla sperimentazione di soluzioni alternative a basso impatto ambientale.
Proprio nei giorni in cui assistiamo allennesimo sforamento dei limiti emissivi giornalieri di Pm10 – limite oltrepassato, stando agli ultimi dati comunicati dall’ISPRA in ben 34 aree urbane localizzate per la maggior parte nell’area del bacino Padano –  investire in un fondo ad hoc per sostenere interventi di adeguamento e ristrutturazione del materiale rotabile, in particolare nelle Regioni più colpite come Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto  significa puntare, in maniera concreta e programmatica, per i prossimi anni, su una mobilità più sostenibile, rispettosa dell’ambiente, e con un sistema di trasporti che punti alla drastica riduzione delle emissioni inquinanti.

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *